martedì 3 dicembre 2013

Pippo non lo sa. Giocare con l'arte allo Spazio b**k

Mettete insieme questi ingredienti:
il primo compleanno di una libreria per bambini e ragazzi, ogni giorno in prima linea per diffondere il seme della parola, seme che innaffia e aiuta a far germogliare con instancabile creatività
una casa editrice illuminante e illuminata
due scuole in difficoltà
almeno due secoli di storia dell'arte


shakerate un po', aggiungete un goccio di colore e otterrete Pippo non lo sa, il progetto ideato dalla libreria Spazio b**k in collaborazione con Topipittori per sostenere la lettura in due scuole dell'infanzia di Milano, in zona Turro e Gratosoglio.

Avete tempo fino al 9 dicembre per giocare e potete partecipare tutti, adulti, bambini, anziani, uomini, donne, studenti e disoccupati. Cimentatevi a reinterpretare un capolavoro della storia dell'arte a vostro piacimento, scrivete sul retro del foglio l'opera a cui fate riferimento e inviatelo in busta chiusa all'indirizzo dello Spazio b**k, ma mi raccomando non firmate il disegno.




A partire dalle 18 del 14 dicembre tutti i disegni saranno esposti nello spazio della libreria e venduti a un prezzo simbolico di 5 euro. Sul disegno non sarà riportato il nome dell'autore, per cui chiunque lo acquisterà potrà fantasticarci sopra, cercare di indovinarne età, sesso, abitudini, pensieri. In quella stessa occasione, verrà allestita anche una piccola mostra degli originali delle illustrazioni dei libri della collana PiPPo sulla didattica dell'arte, con la presenza di Guido Scarabottolo, Francesca Zoboli, Francesca Bazzurro e Marta Sironi.



Il 16 dicembre sul sito di b**k e su quello di Topipittori verrà pubblicata la tavola delle concordanze, in cui finalmente conoscerete il papà o la mamma della vostra personalissima opera d'arte.
La mostra si trasformerà poi in una galleria permanente online, facilmente e comodamente consultabile.

Ma che fine faranno gli incassi di questa specialissima vendita? Semplice, diventeranno un buono acquisto spendibile nella libreria per l'acquisto di libri che andranno a rifornire la biblioteca delle due scuole selezionate.

I motivi per cui tutti dovremmo partecipare? Ce li spiegano direttamente gli ideatori del progetto:

"Primo: Perché ci sono mille modi e mille ragioni per regalare un libro a un bambino e questo è un modo nuovo. Secondo: Perché disegnare è divertente. Terzo: Perché l’arte è di tutti. E a tutti, grandi e piccoli, è permesso giocare con l’arte. Con molta disinvoltura."

Inutile ripetervi quanto sia importante instillare l'amore per la lettura nei bambini, fin da piccoli, anche in età prescolare, quando alle parole si sostituiscono ancora le immagini, che evocano, sussurrano, ammiccano, alimentano la fantasia di quelli che un giorno, si spera, diventeranno instancabili lettori. E per questo uomini e donne un po' più liberi.
Parlarne non basta, quando ci sono persone come Diletta Colombo e Chiara Bottani che si rimboccano le maniche e con un po' di fantasia organizzano iniziative come questa, a costo e impatto zero.
Intanto ricordiamoci di regalare dei libri ai bambini per Natale.

Potete trovare tutte le informazioni su questo bellissimo progetto sul sito dello Spazio b**k e su quello di Topipittori.


Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...