mercoledì 26 giugno 2013

Considerazioni di uno scrittore in erba


L'aria trasparente rende tutto più lucido, accentua i contrasti e aumenta la profondità dello sguardo, per questo è più semplice pensare quando si è un posto bello, soleggiato.
Se poi i pensieri sono accompagnati dal canto di un uccello che si confonde con le foglie diventano ancora più avvolgenti, e pare di essere proprio  dove è giusto essere.
In un luogo così vorrei trascorrere il tempo e scrivere la coscienza del mondo che mi affiora alla mente da un punto di osservazione tanto privilegiato. Da lì il bello è terso, il brutto è torbido ma non per questo meno reale, solo distante a sufficienza da poter essere esorcizzato con una scrittura attenta e consapevole.
In un luogo così vorrei avere il tempo di dare ascolto alle mie voci silenziose, per incanalarle in un progetto di scrittura che mi farebbe sentire libera.
Enjoy the silence.

5 commenti:

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...