mercoledì 10 ottobre 2012

Metti un sabato al Minni Market

Sabato scorso sono entrata nel magico mondo del Minni Market, una vetrina del meglio del meglio della nostra produzione handmade. E ancora stento a riprendermi. C'erano tutti i miei idoli: Nina and the other little things, The Babbionz, Gaia6gattini, Pollaz La zia Epi (quando l'ho vista avrei voluto baciarla, ma non l'ho fatto per comune senso del pudore), oltre alla fotografa ufficiale dell'evento, nonché quadernista con i suoi cahiers du bonheur, Zelda was a writer e Rockingchair da cui ho acquistato un preziosissimo chouchou.

Un paese dei balocchi, praticamente. E qui sta la chiave del parziale insuccesso della mia giornata. Il fatto di essere accompagnata dalla crew nanesca non ha deposto a favore delle mie tasche e della mia pazienza (maammmmaaa me lo coooompriiiii) e mi ha costretto ad andare via molto prima del previsto. Certo non prima che Mia avesse provato sia il laboratorio di incisione delle Lucciole che quello di spille di greta pins.
Risultato? Mamma ho deciso che attività voglio fare quest'anno: nuoto, tennis e incisione.
Che Dio ci aiuti.



Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...