giovedì 10 gennaio 2013

Andiamo, ma al verde


Non so a voi, ma a me questo inizio anno ha fatto venire voglia di viaggi, forse per quel lato di scoperta e novità che tanto si intonano a un inizio. Non dimentichiamo, però, di essere rispettosi dell'ambiente, anche quando siamo rilassati e non ci piace avere "regole".

Per esempio, si potrebbe fare una puntatina in Svezia. Oh, sì, mi piacerebbe. L'organizzazione Keep Sweden Tidy assegna la Green Key agli alloggi verdi, appunto. Un po' come le bandierine blu per il mare pulito, applicate però al grdo di eco-compatibilità delle strutture di accoglienza. La Green Key è un riconoscimento internazionale, quindi possiamo decidere di cambiare destinazione. Io mi atterrò alla Svezia.
Come consiglia il sito Visit Sweden, si possono fare piccole scelte ecologiche, come organizzare il viaggio senza usare la carta, ma usufruendo delle nuove tecnologie, viaggiare leggeri, scegliere alloggi verdi (appunto) e muoversi con i mezzi pubblici, sia nelle città che per spostarsi da una città all'altra. Lì non c'è Trenitalia, per fortuna.
Inizierei dalla Lapponia svedese, per staccare dal mondo per un giorno o due e magari vedere un'aurora boreale, che è nel mio elenco personale delle cose da vedere prima di morire. Poi scenderei a Stoccolma, Göteorg, Malmö... tutto godendosi la natura tra un qui e un là. laghi, fiordi, distese di neve. E a dirla tutta, poi tornerei passando per la Danimarca, dove altri alloggi verdi sono disponibili.
Inoltre la Svezia, come tutto il Nord, ha un occhio di riguardo per bambini e famiglie, in ogni circostanza. di speciale suggerisco il Museo Vasa e a Junibacken, dove i prsonaggi di Asrtid Lindgren diventano veri
Be green, be nice, be happy.



Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...