giovedì 31 gennaio 2013

Liberiamo una ricetta: Love Eggs

Ci ho provato, giuro che ci ho provato.
Ci ho pensato e ripensato e poi mi sono detta: è inutile fingere, io non so cucinare e nonostante non mi sia ancora persa una puntata di Masterchef non posso improvvisarmi chef in una sola sera.
Ma quando ho sentito parlare per la prima volta di #freearecipe ho deciso che avrei partecipato a qualsiasi costo. Non solo perché c'è in ballo un progetto di solidarietà in favore il Centro Astalli di Roma, che da trent'anni si occupa di accompagnare, servire e difendere i diritti dei rifugiati, ma perché è un altro esempio, uno dei tanti, di come si possa fare Rete in modo solidale, ironico e intelligente.
Così ho deciso che avrei fatto a modo mio e che ci sarei andata giù pesante di metafora.
Perché se è vero che la cucina nutre il corpo, è altrettanto vero che cucinare in coppia fa bene al cuore.
Quindi quella che ho deciso di liberare per voi oggi non è una semplice ricetta delle uova all'occhio ma è la ricetta (senza pretese di verità assoluta) di un rapporto di coppia di sana e robusta costituzione, ben nutrito e saporito quanto basta.

Partiamo dagli ingredienti:




2 uova
ammore a spruzzo: amore per il proprio compagno/a, ma anche e soprattutto amore per se stessi,
senza quello non si va da nessuna parte
un cuore in silicone, per dare forma ai sentimenti quando tendono a sfaldarsi
un tocco di allegria e due amici in cucina: Punk e Diva



"Mamma, ma se sono innamorati devono stare più vicini... si devono baciare, almeno"
Ecco tutta la verità è racchiusa nelle sagge parole di una settenne.

PREPARAZIONE:
scaldare il proprio cuore in padella fino al raggiungimento della giusta temperatura. Né troppo freddo, comprometterebbe la riuscita del piatto. Nè troppo caldo, ci si potrebbe scottare.


Preparare il proprio cuore all'accoglienza. Se non hai mente e cuore aperti, qualsiasi slancio è destinato a cadere nel vuoto .


Riempire il proprio cuore, contenere senza costringere, dando forma a ciò che naturalmente tenderebbe a rompersi. Ci vuole impegno, costanza e una buona dose di sfrigolìo. 
Se il cuore sfrigola, siete sulla strada giusta.   


IMPIATTAMENTO:
Semplice, colorato, privo di qualsiasi artificio.
Il mio cuore è così come lo vedi.



Da consumarsi preferibilmente tra un bacio e l'altro.
La data di scadenza la decidete voi. 


Ah, quasi dmienticavo! L'ingrediente segreto per la buona riuscito del piatto - e del vostro rapporto - è sempre e solo uno: #smileriot!

Le storie sono per chi le ascolta, le ricette per chi le mangia. Questa ricetta la regalo a chi legge. Non è di mia proprietà, è solo parte della mia quotidianità: per questo la lascio liberamente andare per il web“.

Trovate tutte le ricette che partecipano a #freearecipe >>qui
Trovate il link per effettuare le donazioni al Centro Astalli << qui

Io devolverò non solo l'equivalente della spesa per la preparazione della ricetta, che sarebbe poca cosa, ma quello che io considero il corrispettivo dell'amore che ci ho messo.
E allora le cose cambiano.
Buon #freearecipe a tutti!

10 commenti:

  1. Alla frase "scaldare il proprio cuore in padella fino al raggiungimento della giusta temperatura" ero già in piedi sulla sedia ad applaudire.
    una ricetta perfetta :)
    Ne farò buon uso!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Barbara! Il tuo gelato dell'ammore invece me lo sbafo a merenda, ché la merenda senza ammore non è degna di essere merendata.
      kiss

      Elimina
  2. meravigliosa e ce la posso fare anche io :D

    RispondiElimina
  3. Hai colto perfettamente lo spirito, una delle ricette più belle :)

    RispondiElimina
  4. grazie ragazze! Le Love Eggs sono il mio piatto forte

    RispondiElimina
  5. ricetta essenziale ma preziosa!
    Ah, i bimbi la sanno sempre più lunga di noi!!
    Anche io ho partecipato a liberiamo una ricetta, se ti va passa a trovarmi.
    www.giokaconleo.blogspot.it

    RispondiElimina

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...