martedì 15 gennaio 2013

Viaggio a Londra prima di dormire


Babbo Natale è stato generoso di libri per la piccola, quest'anno. Ve ne parlerò uno per volta e oggi tocca a una vera chicca di editoria. Le illustrazioni di Emily Sutton sono deliziose, colorate senza essere sgargianti, e personalmente le definirei coinvolgenti. Oh, scusate, il libro è Clara Button a Londra - Una giornata magica, e la storia scritta da Amy De La Haye è un'avventura dentro uno dei musei più affascinanti di Londra, il Victoria & Albert, dove l'autrice è stata curatrice della parte dedicata al costume. La storia rispecchia infatti questo suo passato, e parla di una bambina a cui piace cucire, che ha un fratello guastafeste che le rompe il cappello ereditato dalla nonna, una modista, che lei è solita indossare quando confeziona gil abti e i cappelli per le sue bambole e i suoi animali di pezza. Per consolarla la mamma la porta al museo, e qui inizia la sua avventura, che la vede allontanarsi da sola in una zona chiusa al pubblico. Questo particolare suscita sempre la domanda: "Ma è da sola?"
Sì, è da sola ed entra in un mondo di meraviglia.

Il bello del libro non sono solo, banalmente, la storia e i disegni, ma anche l'amore per la bellezza. Si parla di cappelli e altre opere d'arte. Sì avete capito. Gli abiti come opere d'arte, perché il Museo Victoria & Albert sottolinea la maestria che sta dietro anche a oggetti della vita di tutti i giorni come gli abiti, i piatti, i mobili ecc. La maestria che sta dietro il design. La bellezza che si nasconde nelle più piccole cose del nostro quotidiano.
La bellezza si impara da piccoli. L'amore per le cose belle si impara da piccoli. E questo è un libro che si fa amare, a partire dalla pagina del copyright.



Autori: Amy De La Haye e Emily Sutton
Traduttore: Bianca Lazzaro
Editore: Donzelli

ps: salviamo i libri, cambiamo l'editoria da dentro, #faccedalibro, #boeri4books. Perché ne vogliamo tanti e tanti di libri da amare


3 commenti:

  1. Il Victoria&Albert Museum mi manca all'appello, ma allo shop della TATE c'erano dei libri illustrati su Londra - sia per bambini che per adulti- da lasciarci lì il portafogli. E invece io ho dovuto lasciar lì i libri :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La prossima volta ti consiglio di fare un giro al V&A, ce n'è per tutti i gusti. E se leggerai il libro in questione, ti verrà voglia di correrci.

      Elimina

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...