lunedì 12 novembre 2012

I #metroreaders arrivano a Genova


Io l'avevo detto che i Metroreaders smaniavano per uscir di casa, che dopo l'esperienza sui Navigli avevano ancora voglia di un bagno di folla. In fondo sono lettori, sì, ma mica secchioni.
E così mentre una parte di loro se n'è andata per risaie a Vercelli (prestissimo avremo loro notizie), il resto della truppa si è riunita per andare a Genova. In fondo il mare non l'hanno mai visto.

Sabato 17 alle ore 17 i Metroreaders scenderanno di nuovo in strada, lungo i vicoli, intricati capillari che dal basso nutrono e sostengono la città regalandole nuova linfa.
Per questa nuova avventura abbiamo anche un media partner: l'iniziativa verrà sostenuta, divulgata, testimoniata da Era Superba, testata giornalistica indipendente centrata sul territorio che anche attraverso il suo magazine free press in questi giorni sta dando voce all'iniziativa con una vera e propria chiamata alle armi e che ci seguirà passo passo con la sua web-tv.



Questa volta però la formula sarà differente, anche perché l'azione in questo caso non è più individuale ma collettiva e gestire una folla armata di stickers può portare a conseguenze disastrose. Quindi non più stickeraggio tout-court; la nostra intenzione non è coprire il nostro patrimonio artistico, ma al limite ris-coprirlo per valorizzarlo. Noi ci proponiamo di fare cultura attraverso un'esortazione pacifica alla lettura, dove i veicoli del messaggio non sono i muri ma sono le nostre magliette, i nostri zaini, le nostre scarpe. Siamo noi, con le nostre gambe, le nostre schiene, la nostra testa che ci facciamo portatori diretti del messaggio.
Ognuno di voi sarà libero di intervenire e mi raccomando portate i vostri bambini perché anche a loro il messaggio è rivolto. Una società che non legge infatti è una società che non cresce. Mia e Bianca ci saranno e faranno gli onori di casa.

Ci ritroveremo alle 17 in Porta Soprana, dove verranno distribuiti gli stickers. Il percorso si snoderà da lì lungo via Ravecca, proseguendo per stradone S. Agostino, per terminare poi in piazza Renato Negri, davanti al Teatro della Tosse, dove si svolgerà un'azione collettiva che coinvolgerà voi e i vostri libri. Ricordatevi quindi di portare da casa il libro che vi ha segnato, quello che ha accompagnato un momento della vostra vita, o semplicemente l'ultimo che avete letto o il vostro preferito di sempre.
L'obiettivo è coinvolgere più persone possibile, segnarle con il nostro passaggio lasciando loro un ricordo visibile appiccicato sulla giacca, sulla felpa o sui pantaloni per invitarle a riflettere sull'importanza di leggere in qualsiasi momento della giornata, in qualunque contesto.

Poi magari, una volta finta l'azione, ci sarà tempo e spazio per parlare di libri davanti a un mojito... e succhi di frutta per i più piccoli. 
Mi raccomando, se siete di Genova e dintorni non mancate. 
Noi non vediamo l'ora!




Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...