giovedì 29 novembre 2012

PI -ctures of i - NTEREST


Avrete capito che mi piace scattare foto, e anche guardare foto, perché di bellezza non se ne ha mai abbastanza. Ecco come ho sviluppato una lieve dipendenza da Pinterest, meglio conosciuta come sindrome dell'altrove. Guardare una foto (bella, ovviamente - su Pinterest c'è proprio di tutto) - che sia un paesaggio, un ritratto, un particolare - ti "costringe" a immaginare tutto quello che ci sta intorno, quello che l'immagine suggerisce ma non mostra - e che magari non c'è, ma questa è un'altra storia. Luci, colori, contrasti suggestioni... questo si cerca in una fotografia. La suggestione di un momento diverso da quello che si sta vivendo e che tanto si desidera vivere proietta la mente nella sfera dei sogni, dei progetti, degli ideali. E non dovrebbe forse essere proprio quello che ci rende Umani?
Siamo costantemente bombardati da immagini di ogni tipo, dalla pubblicità ai telegiornali, che ci rendono quasi immuni alla bellezza, poiché saturano la nostra capacità di percezione visiva. Ma quella non è fotografia. La fotografia è l'elogio della lentezza, va consumata con calma, interiorizzata; bisogna aprirle le porte del nostro abisso. E allora un'immagine può anche farti piangere. O ridere.
La fotografia solletica le emozioni, a volte le colpisce proprio forte.

Per questo mi piace cercare immagini su Piterest, è una sorta di caccia alla perfezione dell'attimo, caccia alle proprie debolezze, non per eliminarle ma per trasformale nella propria forza.
Lo so, direte che sto esagerando. Pintrest non è una mostra fotografica. No, dico io. Forse è qualcosa di più, perché la fruizione diventa anche ricerca, non c'è passività nel "pinnare" una foto sulla propria bacheca. Si sceglie. E per scegliere bisogna distinguere ciò che ci piace da ciò che non ci piace, e col tempo anche chi non ha rudimenti di fotografia impara a distinguere ciò che è bello da ciò che è brutto.
Insomma, Pinterest è una buona palestra per allenare l'occhio al bello.
E voi? Ci seguite già su Pinterest? Lì ci divertiamo a ricreare le atmosfere dei nostri sogni.



 






By Max Wagner
Questi sono alcuni scatti selezionati dalle nostre bacheche Pinterest, ovviamente rimaniamo a disposizione per i copyright, laddove non siamo riusciti a risalirci da sole.

2 commenti:

  1. Hai ragione il bombardaento di immagini a volte preclude il nostro senso critico.

    Riguardo a Pinterest è un prezioso aiuto...si trova di tutto e di più, valutando ciò che ci piace e ci provoca emozioni.

    Ci sono anch'io! Style2808) :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vado subito a cercarti. Pin and be happy. ;)

      Elimina

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...