lunedì 25 marzo 2013

Al Mercatobello ho visto la luce. Anzi, le lucciole

Mea culpa.
Mi sono accorta che non vi ho ancora parlato della gita al Mercatobello che ha allietato una domenica piovosa di marzo, il 17 per l'esattezza, e che mi ha fatto approdare presso quel crogiolo di crocevia, strade, esperienze, segni sul muro, lingue che è l'Ostellobello di via Medici a Milano.
Intanto ecco qualche scatto.







E poi una scoperta. 
Una tra le tante, di cui vi parlerò strada facendo.
Quella che mi ha emozionato di più.
Il progetto Lucciole nasce dalla creatività delicata di Chiara Albanesi ed è "un laboratorio di fili, fogli sparsi, inchiostri, e stoffe". Lucciole rivendica la legittimità artistica dell'autoproduzione, il fatto a mano come scelta non solo etica ed estetica, ma in qualche modo anche sociale: "lucciole si basa sulla convinzione che ogni tecnica artigianale, ogni oggetto, abbia una propria vita e storia sociale, un valore, nel rapporto umano tra chi lo crea, i suoi strumenti di lavoro, e chi lo riceve". Quello che passa dalle mie mani alle tue è stato sudato, accarezzato ed è frutto delle mie esperienze.
Partito dalla xilografia, Lucciole è approdato alla reinterpretazione delle tecniche tradizionali di stampa: xilografia, serigrafia e tipografia, impreziosita da aghi, tessuti e ricamo. Uno studio sui materiali e sulle contaminazioni che produce oggetti poetici che ci riportano a un mondo antico, un mondo che forse non esiste più se non nei nostri desideri più segreti.
Come potevo dire di no a questa coppia di fazzoletti mamma/bambino? Un invito ad asciugarsi le lacrime a vicenda, perché ogni mamma nell'atto di sostenere si appoggia anche un po'. 

"Non pianger più"
Un fazzoletto ricamato a mano, 100% cotone. 
Un messaggio in filo rosso e nero, leggero e portabile ovunque, vicino. 




E che dire di Etcì Etciù, Fazzoletti per starnuti indipendenti?




Se una rondine non fa primavera, una rondine ricamata la pioggia dovrebbe almeno allontanarla per un po'.
Che dite, ci proviamo?

"Una rondine"
Una rondine ricamata a mano, per un ciondolo fatto interamente di cotone, dal cordoncino alla stoffa.

Regolabile in lunghezza, produzione limitata.



Giochiamo con le note?

"Come le note"
Una serie di stampe tirate a mano, su carta Hahnemühle 230gr (100% cotone).

Un'illustrazione incisa in un blocco di linoleum, che richiama i giochi di silhouette degli uccellini sui cavi.
Figure nere come note su un pentagramma.



Lacrime di coccodrilli e marinai.

La lacrima di un marinaio, fermate su stoffa,
stampate manualmente incidendo la grafica su una matrice di linoleum. 


"Lacrime da marinai"
Una piccola linoleografia, stampata con inchiostro calcografico blu cobalto.

Trovato il suo sito >>> qui
>>> qui il suo shop online
e >>> qui il suo spazio su A Little Market

4 commenti:

  1. Risposte
    1. vero? perché non hai visto la stampa che ho preso e che ho appeso insieme al fazzoletto a una corda con due mollette nella camera delle bambine. stra-uao

      Elimina
  2. Ma questo mercatobello c'è tutte le domeniche?
    Crinico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mammagari ci fosse ogni domenica. purtroppo no. se vai sul loro sito puoi tenere d'occhio il calendario e aggiornarti sugli eventi :-)

      Elimina

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...