mercoledì 14 dicembre 2011

Calendario: retroscena, luoghi e gente


Eccomi qui per mantenere le mie promesse. Non mi sono messa a piangere, perché le foto sono venute abbastanza bene, non tutte quelle che mi aspettavo, ma sono comunque moltissime. Quindi non so se mi limiterò a un unico post.
Iniziamo dalla location, U Barba, un ristorante dal sapore vintage e dal retrogusto cool, accogliente e un vero paradiso per un fotografo, con i suoi giochi di luci e contrasti.







L'allestimento del locale, con i calendari e le opere originali, è stata organizzata da Eloise Morandi, che come sapete è la mamma di Nina and Other Little Things e anche la mamma di questo progetto di beneficenza che ha visto coinvolte parecchie persone. Io ero lì, che fotografavo di qua e di là, e come per tutto il periodo di realizzazione del progetto, mi sentivo un po' inutile. In fondo, il fotografo è invisibile dietro l'obiettivo, e riesce a cogliere momenti tanto più interessanti quanto più è invisibile. Anche se, a dire il vero, io sarò anche invisibile, ma la gente si ritrae pure davanti al mio obiettivo.











Poi ha iniziato ad arrivare gente, il vino è stato versato (e sorseggiato), il buffet di focacce, farinata, acciughe fritte è stato apprezzato da tutti, e l'ambiente si è sicuramente scaldato. Be', amici, dovevate esserci. Ma vi ricordo che non è troppo tardi né per la presentazione né per aggiudicarsi un calendario. Venerdì, se siete dalle parti di Genova, fate un giro alla libreria L'albero delle Lettere a partire dalle ore 17.00. Il calendario, invece, è in vendita qui sempre.













5 commenti:

  1. Cristina!! Che meraviglia!!!!
    ♥ ♥ ♥

    RispondiElimina
  2. Grazie, detto da te, mi sento un metro da terra.

    RispondiElimina
  3. Veramente belle! Contrasto perfetto, primi piani dinamici ma che trasmettono tranquillità, luce calda e naturale...

    RispondiElimina
  4. sono molto contenta che piacciano anche a voi.

    RispondiElimina

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...