martedì 27 marzo 2012

Seguo il filo dei ricordi. Come Arianna, o Pollicino.

Sto cercando di recuperare i fili della memoria, li sto seguendo annodandoli tra le dita, ogni nodo un ricordo, perché non svanisca tutto prima ancora che io lo abbia potuto fissare, rivivere, raccontare.
E non dite che non vi avevo avvisato.


Mio padre amava catturare con le immagini i frammenti di una vita che a volte - e me ne rendo conto solo ora, perché l'esercizio della memoria attualizza e ricompone - sembrava essergli negata. Come se l'obiettivo sapesse restituirgli la verità delle cose che per un eccesso di sensibilità non sempre riusciva a vedere con chiarezza.
Ma sbagliava.
I suoi scatti sono impregnati di quella sensibilità e delle sue visioni.
L'oggettività non è fatta per l'arte ma per la cronaca. E anche senza riconoscimenti e senza pubblico, la sua per me è sempre stata Arte.


Vi restituisco una parte di quelle visioni.
dicembre 1973

Siviglia
Marocco
[honeymoon]













6 commenti:

  1. Risposte
    1. lo penso anch'io adesso. mai sottovalutare ciò che dai per scontato.

      Elimina
    2. Il valore si vede meglio da lontano. Ma l'amore se ne infischia del valore, è questo il suo bello.

      Elimina
  2. Ricordi che si accavallano, si incrociano...si sbiadiscono e poi ritornano nitidi. E allora la memoria mi riporta lontano nel tempo e nello spazio e vedo tuo papà che cammina per le strade di siviglia...la palmera e Garcia Lorca...e lui che vuole tornare a fotografe tua mamma sulla Torre del Oro. Un pezzetto piccolo della sua arte la custodisco anche io, nelle foto che mi ha fatto vestita da sposa, in quell'album rosso in cui mi ha lasciato la sua visione della vita, la palmera di siviglia e la poesia di Garcia Lorca.
    Quando la smetterai di farmi piangere? Lucy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E mo' pero' mi fai piangere tu! Prima o poi dobbiamo tornarci, a Siviglia intendo.

      Elimina
  3. e certo che ci dobbiamo tornare...con le nostre tre pulci! Perché mi piacerebbe poter assistere alla magia del nostro passato che incontra il nostro futuro. lucy

    RispondiElimina

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...