giovedì 15 marzo 2012

Discordanza

DefinizioneAssenza di caratteri comuni tra due o più cose che risultano pertanto inconciliabili contrastodissonanza.


Applicazione: La consapevolezza non mi manca, cioè non vivo nell'illusione di una comunione o di una sintonia inesistenti, ma in certi giorni la consapevolezza è acuta, e allora duole, pungola come la punta di un ago da maglia appoggiata fastidiosamente al fianco, che a ogni movimento si fa sentire: concreta, improduttiva, fuori posto. Parlo, ovviamente, della consapevolezza della mia discordanza nell'interpretazione di immagini, parole, espressioni, omissioni ecc. Ho una sensibilità aliena che non tiene conto di alcuna etichetta, ma si basa esclusivamente sulla spontaneità e sincerità delle mie reazioni, senza mai - o quasi mai -  dimenticare l'educazione, bistrattata sorella della civiltà. Mi sento come un verbo singolare dopo un soggetto plurale, un modo imperfetto in una frase ipotetica, un aggettivo femminile accanto a un sostantivo maschile. Mi sento un bemolle in una scala dodecafonica, una steccata in un inno altisonante.
Ma ci sarà un habitat in cui il mio sentire, il mio sproloquiare, la mia sintesi, il mio cinismo, la mia commozione, le mie paure, i miei sogni, i miei gesti potranno sentirsi a casa? Sì, c'è. Si tratta proprio di CASA. Buon inizio di giornata a tutti.

Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...