martedì 18 settembre 2012

Luoghi, lettere e figure


Entrare in una libreria per ragazzi, di quelle dove la prima cosa che trovi sono quei libri che nelle librerie "normali" devi ordinare, è come respirare la brezza del mattino, è come guardare giù da una montagna, o su verso la montagna, insomma è... così bello che non vorrei uscire più. Be', grazie a un'amica che me l'ha indicata, ho scoperto che ne esiste una a Piacenza, si chiama Matilda e non vende solo libri, vende meraviglia e offre laboratori intorno al libro per mostrare ai bambini di ogni età quanto sia meraviglioso leggere.



Ovviamente ho fatto acquisti, anche se in realtà avrei volentieri fatto incetta. Ma dobbiamo dare un minimo di buon esempio ai nostri figli, e insegnare loro la misura. No? Forse. Perché quando si tratta di libri che male può esserci a esagerare?





Ecco quindi che nella borsa sono finiti due libri, uno per stimolare la fantasia e l'altro per sapere che non siamo soli ad affrontare le novità.
E infine, il motivo che ci ha portato qui nel paradiso delle storie, un regalo per un amico. Che cosa nasconde? ... Una storia senza parole, di cui magari vi parlerò più avanti.
Intanto, se passate dalle parti di Piacenza, fate un salto da Matilda. Oppure, se passate da Matilda, fate anche un giretto per la città, perché ognuno ha le proprie priorità.

14 commenti:

  1. beh...allora faro' anche un giro per la citta'!!

    RispondiElimina
  2. Una domanda: ma da qualche parte nella libreria c'è la spiegazione del perché si chiama così?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo so, Duchessa, ero troppo presa dai libri. In un primo momento ho pensato fosse il nome della titolare, ma no... lei si chiama Beatrice. Indagherò.

      Elimina
    2. Non c'è bisogno di indagare: penso di sapere perché!
      Matilda è la protagonista di un bellissimo libro di Roald Dahl, autore di libri per ragazzi famoso per "La fabbrica di cioccolato" da cui sono stati tratti due film che hanno avuto molto successo. Tuttavia quel volume non è il migliore nè rende giustizia a questo scrittore meraviglioso.
      Lo consiglio di cuore a tutti i lettori del tuo blog, e a te. Sono sicura che lo amerete come lo amo io :)
      P.S. Beatrice la titolare forse mi può dare conferma :)

      Elimina
    3. Sospettavo qualcosa del gnere, ma non sarei mai arrivata a Dhal, mi femo alla fabbrica di cioccolato. Grazie, Duchessa, aggiungo alla mia lista personale.

      Elimina
  3. buongiorno!! sono beatrice, titolare della Libreria Matilda e... mi sono emozionata!!
    grazie! stamattina per telefono una voce bella davvero mi ha detto che grazie al vostro blog aveva scoperto la mia libreria e sarebbe passato a trovarmi e mi ha dato il vostro indirizzo e sono stata molto contenta e che bellezza e grazie ancora per i complimenti e adesso respiro un po' perchè scriverei tanto altro dalla sorpresa!
    sono i libri che creano la magia di questo posto, dei libri bellissimi
    e sono i miei clienti che passano anche solo per un saluto, per una veloce lettura sul divano, per fare un giretto
    un abbraccio e a presto
    beatrice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Beatrice, sono emozionata anch'io. Sabato 29 vorrei proprio passare per il laboratorio, così ci conosciamo. Comunque sono quella che ha dimenticato un elefante tra i libri. per fortuna non erano porcellane. A presto

      Elimina
    2. Cara Beatrice sono troppo lontana per fare un salto dalle tue parti, ma dal nome che hai dato alla tua libreria sono sicura che se abitassi più vicino sarebbe una tappa fissa :)

      Elimina
  4. ciao a tutte, sono di Cremona e anche da me c'è una libreria per ragazzi molto carina ma a questo punto, viste le descrizioni appassionate, mi intriga fare un giretto nella vicina Piacenza e visitare questo posticino.
    grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La conosco. ti riferisci a Timpetill? Anche quello è un posto che meriterebbe qualche parola. Siamo sincere, queste librerie per ragazzi sono TUTTE bellissime, e io frequento un po' l'una e un po' l'altra, a seconda di dove sono di passaggio. E non resto mai delusa.

      Elimina
  5. Sì mi riferisco a Timpetill, sono posti dove appena entri ti senti quasi in un'altra domensione...soprattutto se sei appena uscita da un centro commerciale. E il fatto di poterli vivere con i tuoi bambini che si divertono dà quel valore aggiunto impagabile

    RispondiElimina
  6. Ciao,
    tempo fa ho partecipato con i miei bimbi ad una iniziativa davvero interessante intitolata "di che colore è il vento".
    Non tutti sono fortunati (almeno io mi ritengo tale) ed hanno la possibilità di leggere con gli occhi, lo fanno con le dita attraverso libri tattili.
    Quel giorno ho visto bambini non vedenti volare con le dita su questi libri speciali e sorridere ... ho visto la meraviglia negli occhi dei miei bimbi immersi in questo incredibile universo. Quel giorno abbiamo letto, costruito, ammirato e ... imparato una grande lezione !!!
    Purtroppo sono poche le librerie che dispongono di questi libri, ma sono sicuro che con il passaparola anche le libreire più belle potrebbereo regalare un sorriso a quei bimbi dedicando loro uno "spazio tattile".
    Sul mio blog ho dedicato un articolo a quella iniziativa:
    http://alesatoredivirgole.wordpress.com/2011/02/04/di-che-colore-e-il-vento/

    Anche quella esperienza ha contibuito poi a realizzzare le mie storie un po' speciali:
    STORIETESTACODA, storie per bambini ospedalizzati.
    Verranno distribuite a breve in diversi ospedali e pediatrie dall'Associazione Casina dei bimbi (che ringrazio !!!).
    Le STORIETESTACODA le potete trovare qui: www.storietestacoda.it

    Un saluto
    Davide, un semplice Alesatoredivirgole

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Belle iniziative, Davide. Si pensa sempre troppo poco alle situazioni di "difficoltà". Grazie

      Elimina

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...