mercoledì 29 febbraio 2012

Pecore nere - Capitolo 6


Capitolo 6
Non c'era tempo di riscrivere l'articolo, gli disse il caporedattore alla cultura. Bisognava quindi tagliare. 
APERITIVO D'AUTORE. COME ANNACQUARE DANTE CON UN PO' DI MARKETING.
Nel tepore della serata settembrina, nel centro culturale della città, la poesia viene colpita al cuore. Michele Papi legge con voce incerta il primo canto dell'Inferno, davanti a un pubblico eterogeneo, che non vedeva l'ora che la tortura finisse per dedicarsi alle più piacevoli pubbliche relazioni del dopo evento. È meritevole condividere con la gente comune preziosi momenti letterari, far entrare Dante nella loro vita di tutti i giorni, tra l'ufficio e la cena. Anche se qui di gente comune non ce n’era, a giudicare almeno dalle arie che si davano le signore, le signorine e i più o meno aitanti giovanotti che le circondavano. 
La lettura è durata quaranta minuti, poi l'editore Pentagono ha preso la parola per lodare l'animo poetico di Papi, che non per caso, dopo i numerosi romanzi di successo si è voluto dedicare alla poesia. Il suo primo volume di liriche uscirà alla fine del mese in tutte le librerie. Peccato che non abbiano aspettato quella data, per rendere una più onesta lettura di quel lavoro, anziché sminuire il Sommo a mero testimonial.
Per chi fosse interessato, i rimanenti Aperitivi Danteschi si terranno tutti i giovedì di settembre, al White Café di via Marghera, alle 18.30.

Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...