mercoledì 23 maggio 2012

Risate che lasciano il (di)segno


In tempi cupi come questi poche cose ci possono salvare. Tra queste, una è grande come l'amore, l'altra è piccola ma altamente contagiosa come il sorriso o la risata. Un maestro nel suscitare l'uno o l'altra era il pittore e illustratore Giuseppe Novello (1897 - 1988). La sua città natale, Codogno, in provincia di Lodi, ogni anno gli dedica un concorso di umorismo e satira di costume, che quest'anno ha raggiunto la sesta edizione. La mostra del concorso si tiene presso il Vecchio Ospedale Soave, a Codogno, dal 19 maggio al 10 giugno. Io non ci sono ancora andata, ma intendo farci un salto al più presto, perché il 10 giugno è praticamente domani. Parlo dell'iniziativa, però, per due motivi: Novello era un pittore e disegnatore di fama, e trovo lodevole che la sua città natale ne tenga vivo il ricordo attraverso un'iniziativa vitale come un concorso, che è poi un modo per fare cultura creando qualcosa di nuovo all'insegna della memoria e della tradizione.

La cultura non è prerogativa delle grandi città, e a pensarci bene è l'unica attività che può tenere viva una comunità, che rischia altrimenti di trasformarsi in un agglomerato urbano.
Come ho detto, io ci andrò, alla mostra. Fateci un salto anche voi.





2 commenti:

  1. amo Novello in un modo particolare, perché legato a ricordi intimi. grazie per la segnalazione della mostra, ci andrò

    RispondiElimina
  2. bene, bene. Ci andrò anch'io e scatterò qualche foto. Aspettatevi quindi ancora un post. Non so però, se la mostra include alcune opere di Novello. Vale comunque la pena di farci un giretto, fosse solo per il Vecchio Ospedale Soave

    RispondiElimina

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...