giovedì 16 giugno 2011

iggy pop+foo fighters: facce da concerto


Cose che ho scoperto ieri al concerto di iggy pop:

se salti in aria a ginocchia unite avendo 35 anni + 1 potresti non tornare a casa con entrambe le giunture.

anche se iggy pop crede ancora di vivere nel 1969 ed è convinto che spaccare l'asta del microfono alla fine di un pezzo sia ancora un gesto di dirompente presa sociale, è un artista generoso e verace. In 20 anni di onorata carriera concertistica non avevo ancora visto nessuno invitare 30 persone a ballare sul palco e poi, finito il brano, invitarle a scendere gentilmente, e quelle educatamente stringergli la mano, battergli la spalla oh iggy bella lì grazie!

le ragazze carine se la tirano

i social network hanno definitivamente rovinato la fruizione mistica del concerto. Il voler esserci qui e ora è stato soppiantato dal voler far vedere di esserci stato qui e ora. Ovviamente parlo anche per me.

Iggy pop sta ai foo fighters come il metodo montessori sta alla scuola tradizionale di impostazione frontale

Sydney Andrews, la rossa stronzetta di Melrose Place, è fan dei Foo Fighters, infatti eccola:


Ecco per voi qualche faccia e un paio di schiene da concerto!











Un paio di oggetti da concerti:
maglie per bebè

che dite me lo posso permettere?


Ma alla fine il messaggio che vi voglio lasciare qui e ora è questo:


Rock'on!

Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...