mercoledì 2 marzo 2011

La festa dei libri

Si inizia a parlare della fiera del Libro di Torino 2011, che quest'anno di terrà dal 12 al 16 maggio all'Oval, non più al Lingotto.
Il tema di quest'anno sarà l'unità d'Italia. Mi sembra giusto, ma non posso fare a meno di notare l'ironia. L'Italia è un paese unito forse su un unico fronte: la maggioranza degli italiani non legge. Infatti, come si dice da sempre e come ribadisce l'articolo del Corriere della Sera che ispira questo post, in Italia c'è un mercato dei libri, ma un pubblico davvero esiguo a cui esso si rivolge.
Non so da che cosa questo possa dipendere:
dalla scuola che non sa trasmettere l'amore per la letteratura; da una televisione che abbassa drasticamente i gusti dell'intrattenimento popolare, facendo sembrare ancora, nel XXI secolo, la lettura una cosa per secchioni; dalle famiglie che non hanno tempo o voglia per pensare che un figlio che ama la letteratura sarà un adulto libero e indipendente; dal clima; dall'invasione delle cavallette...
Fatto sta che un popolo che non sa riconoscere l'importanza e la bellezza che un libro può nascondere non avrà mai la fantasia necessaria per migliorarsi. Il Bel Paese ha perso il genio creativo. Forse è fuggito all'estero insieme ai ricercatori universitari. Forse è sommerso in qualche discarica abusiva, o sotto i resti della Pompei di turno.
Buona lettura.

Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...