mercoledì 16 marzo 2011

Il design si impara da bambini

Non vorrei passare per una pazza fanatica, che deve a ogni costo circondarsi di oggetti di design. Se potessi permettermelo, magari lo farei, ma non come gesto snob, bensì solo ed esclusivamente per l'oggetto in sé. Un peccato quindi che il design costi così tanto, perché la bellezza, per parafrasare William Morris, è un diritto di tutti. Un diritto di cui troppo spesso veniamo defraudati. 
Secondo me, inoltre, il gusto per il Bello - che va dal campo di grano tempestato di papaveri, all'opera architettonica, all'armonia di un gesto, e via dicendo - è qualcosa che si impara da piccoli.

Per questo motivo troverete spesso, in questo spazio, riferimenti a giocattoli che non si trovano nella grande distribuzione, perché mi piacerebbe che mia figlia crescesse circondata dalla pace e dall'armonia che il Bello produce e infonde nell'animo.

Non confondiamo Bello con lusso, ovviamente. Anche una crostata sfornata da papà, o i biscotti a forma di animali della giungla preparati dalla nonna sono belli (oltre che buoni).
Essere sensibili al Bello è il primo passo per imparare ad amare il mondo. Quindi, spero che bambini che vivono in mezzo a cose belle, saranno adulti responsabili, che avranno a cuore il bene del mondo che ospita, della società che li accoglie e della Natura che li sostiene a patto di essere sostenuta.
Dopo la tragedia naturale e nucleare che ha colpito il Giappone (e che colpisce tutti noi) credo sia d'obbligo fermarsi a riflettere.
Questa è la mia riflessione.
Spero che abbiate voglia di riflettere insieme a me.
Bombdesign - cuscino con guanti




Posate per bambini Rosendhal

Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...