giovedì 29 settembre 2011

Ho visto un posto


Ho visto un posto dove probabilmente non entrerò mai. Ho visto un posto che risveglia in me ricordi non miei, sapori di un'altra epoca, l'eleganza di un altro luogo. Si tratta dell'albergo londinese St. Pancras Renaissance come ce lo presenta Sir Paul Smith nel numero di settembre di GCasa.
Partiamo dai mattoni rossi, così tipicamente vittoriani, arriviamo all'ampia scala con balaustra in ferro battuto, sulla quale mi pare quasi di vedere Mr. Oscar Wilde circondato da un capannello di leccapiedi, prima di cadere in disgrazia. E non parliamo di quelle finestre altissime che fanno tanto Inghilterra, quella ricca, nobile o borghese, che permea le giornate di Hercule Poirot.

Non fraintendetemi, non è esattamente tutto di mio gusto, ma qui non si tratta di gusto, bensì di sensazioni. È questo, in fondo, che deve fare l'architettura: regalarci sensazioni. Che siano positive, però. Ed è questo che spesso l'architettura si dimentica di fare.
Amici archietti, unitevi per un mondo più bello!






Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...