mercoledì 4 maggio 2011

La mia amica Emily



Quand'ero piccola non avevo molte amiche, ma se avessi avuto un'amica come Emily non me la sarei lasciata scappare.

Tutto quello che Emily non è:
sognatrice
Barbie
cool
innamorata
amorevole
entusiasta
rosa
bionda
popolare
solare



Tutto quello che Emily è:
cinica
individualista
uggiosa
black
rocckkettara
scienziata
skater
cool
tredicenne
TimBurtoniana



L'unica cosa che cambierei di Emily, se fossi sua amica, sono i gusti musicali: va bene il punk rock datato, ma i My Chemical Romance no!

Nata nel 1993 dalla matita di Rob Reger, Emily The strange ha fatto la sua apparizione prima in strisce e comic books, poi è stata promossa alla graphic novel, per approdare infine con la sua stramba (mica tanto poi, ne conosco di persone così, anche adulte, con la sola differenza che non vivono con quattro gatti neri e non vanno sullo skate) filosofia di vita su magliette, adesivi, quaderni, stickers e tutto ciò che decreta e sancisce deifnitivamente un'icona pop.
Adesso è protagonista indiscussa di Strano e più strano, una mostra a lei dedicata, allestita presso il Temporary Store di Rob Reger, in via Vigevano 1 a Milano fino al 15 maggio.
Ah dimenticavo, anche stilisti del calibro di Jean Paul Gautier, Valentino e Marc Jacobs si sono ispirati a lei e al suo stile unico.
But, obviously, she doesn't care...

Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...