martedì 17 maggio 2011

Un mondo di carta: il salone del libro II


Parlando di libri e bambini si rischia di dire un mare di banalità, e mi scuso se ciò accadrà di seguito nonostante la mia risolutezza a evitarlo. I libri ci aprono un mondo, mille mondi, sempre. Se sono libri per bambini il viaggio è ancora più affascinante, perché colorato, tattile, sensoriale a tutto tondo. Durante la breve incursione al salone del libro, giovedì, giornata di apertura, ho visto una miriade di libri interessanti e sarebbe impossibile nominarli tutti. In questo post mi limiterò a parlarvi dell'entusiasmo che ha suscitato in me la casa editrice Gallucci. Prima di tutto mi sono innamorata di Biancaneve, disegnata da Mayalen Goust, e poi de La casa dei gatti, libro pop-up di Nicoletta Costa, autrice anche dei disegni, che mi terrei costantemente aperto sul tavolo.
In generale, si tratta di libri che piacciono molto ai genitori, per lo meno alle mamme come me, e accendono i nostri entusiasmi. Ma per i bambini sono tutta un'altra cosa. Sono molto di più. Sono letteralmente un mondo che si apre davanti ai loro occhi, che stimola la loro fantasia e li invita a entrare in una dimensione di carta in cui non sono lettori, ma attori. Non sono solo un primo passo per fare dei piccoli degli adulti che leggeranno, ma stimolano la creatività, che farà di loro degli adulti indipendenti, capaci di usare la fantasia sia per divertisti che per risolvere problemi.

Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...